Pitti 87 Awards

Il meglio e il peggio dell’edizione 2015 (senza prenderci troppo sul serio) secondo Fuoricentro.

Pitti Immagine Uomo 87. Il tema di questa edizione era “walkabout” e noi lo abbiamo preso alla lettera. Facendo due passi in Fortezza a Firenze, abbiamo estemporaneamente assegnato i nostri Pitti Awards: il meglio e il peggio secondo il nostro smartphone e senza concentrarci troppo.

Il premio Calippo Fizz

ovvero Il prodotto più fresco e divertente

Districandoci tra n-mila aziende di calzini a pois, abbiamo abbassato lo sguardo notando queste scarpe di gomma: ganzissime.
La forma, il dettaglio e la scelta delle fantasie ci hanno dato un po’ di refrigerio, aiutandoci a sopportare i 40 gradi dettati dall’impianto di riscaldamento della fiera. L’importante è non sudare troppo, il premio traspirabilità francamente non ce la sentiamo di darglielo.
BB Golf Style

Scarpe BB Golf Style

Scarpe BB Golf Style 2

Il premio Fuoricentro

ovvero L’azienda più coerente con la sua immagine di brand

Bravi bravi quelli di Saraghina, li teniamo d’occhio già da qualche anno. Non parliamo tanto del prodotto – occhiali che comunque sembrano molto ben fatti – quanto di tutto il resto: il nome, la strategia, il packaging, il lookbook, l’allestimento. È tutto parte di un disegno più ampio, coerente con sé stesso che ci piace assai.
Saraghina

Saraghina materiali di comunicazione

Occhiali da sole Saraghina Pitti 87

Il premio Lil Angel

ovvero Farsi notare: lo stai facendo nel modo sbagliato

La moda nella sua peggiore accezione possibile. Questo è Rich Kids secondo noi. Già il nome è opinabile, ma i prodotti lo sono ancora di più: espressione di un trash dettato dall’ignoranza, che coglie ogni tormentone, ogni deriva della cultura popolare e ne fa un cappello o una borsa. Male male.

Borsa di Rich Kids Pitti 87

Il premio Moira Orfei

ovvero Il circo dell’esibizionismo

Lo spazio davanti al padiglione centrale ha ospitato in queste ultime edizioni individui decisamente appariscenti che sostano lì, per ore, bardati con gli indumenti più improbabili alla ricerca di una foto like the deserts miss the rain. Guardarli vale il prezzo del biglietto (ma noi, come al solito, ci siamo imbucati).

Pitti 87 eccentrici

Chiediamo scusa per le pessime foto, ma anche noi dovevamo fare un po’ i fenomeni, capirete che non potevamo portarci dietro la reflex, gli obiettivi, la borsa, il flash, le luci, il cavalletto, le cavalletteeeeeeeeeee (cit.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *